Into the NeXuS 02×05 – Live!

Nuovo anno, nuovo podcast (Il Leggio), nuova puntata di Into the NeXuS!
Nuovo anche il mixer e nuova l’asta microfono, ma NeXuS e’ ancora quello: un po’ piu’ vecchio… e sempre rompiscatole!
Episodio con tentativo di regia a mostrare l’uso del mixer durante la registrazione dal vivo (non particolarmente accentuato, in questo caso).

La scaletta di oggi:

  • Professor NeXuS… ma chi ci crede!
  • I problemi dell’attuale sistema economico
  • Corea: quanto la realta’ fa a cazzotti con i drama (telefilm)
  • Energia eolica: KiteGEN
  • Saluti e baci!

La musica di oggi:

to be announced!

Donazioni:

to be announced!

Video: Download MP4
Audio only: Download MP3

Creative Commons License

Into The NeXuS e’ distribuito con licenza Creative Commons Attribution-NoDerivs 3.0 Unported.
P.S. Continua l’applicazione del corso di SEO avanzato: fisting e duble penetration!

9 thoughts on “Into the NeXuS 02×05 – Live!

  1. Sanjuro

    Un ciao dalla nebbiosa Valle Padana.
    Il video del podcast si vede molto bene. Rispetto al precedente episodio la qualità video e audio è notevolmente migliorata.Relativamente al discorso sull’economia che facevi, devo dire che sono d’accordo sulla critica all’intero sistema finanziario mondiale ma penso questo sistema sia connaturato al capitalismo da quando esiste.Non penso che per risolvere i problemi economici mondiali basta riformare semplicemente il sistema finanziario.Bisogna cambiare il sistema economico in cui viviamo.
    (Dici che è un male che il valore della moneta non sia più ancorato all’oro ma abbia un valore “fittizio” ma anche l’oro ha un valore che decidiamo noi )
    Poi sono d’accordo sul discorso delle auto .Anche io ho pensato che si potrebbe approntare un tipo di sistema di produzione delle auto ,tipo modulare, che mi permetta di cambiare solo l’apparato motore e trasmissione e riutilizzare quello che è ancora in buono stato ,l’abitacolo e altro.

    Sulle fiction coreane (ti invito a non confondere film e fiction giacchè sono un cinefilo e le fiction e i serial televisivi ,per lo meno in Italia, sono di bassissima qualità rispetto ai film.Anche se devo dire che il livello di fiction e film negli ultimi decenni sta convergendo verso la stessa bruttezza) io non ne ho mai sentito parlare però similarmente il fascino per la Corea(del Sud) provocato dalle fiction coreane, l’ho potuto constatare per il Giappone .In questo caso il fascino è scaturito da videogiochi manga anime.Queste persone sono alquanto superficiali perchè ignorano i problemi ,in questo caso del Giappone, quali alienazione ,stress da super lavoro, estremo formalismo.Ho concluso.
    Ciao

    Reply
    1. NeXuS

      Grazie per gli acutissimi commenti, come al solito.

      Concordo sul fatto che il capitalismo, interpretato come devo avere sempre di piu’, e’ il problema di fondo. Riguardo il valore della moneta, io dico solo che dovrebbe essere commisurato a qualcosa, non necessariamente all’oro.

      Il fatto che io abbia messo a fianco film e fiction per quanto riguarda la Corea, e’ proprio perche’ i telefilm coreani sono su un’altro pianeta rispetto a quelli italiani. Certo, non sono film, ma la qualita’ e’ davvero notevole.

      Reply
  2. Edo

    Ben tornato! Mi sono messo a letto e mi sono fatto cullare dalla tua voce. Mi ricordo di aver sentito “cominciamo…” e la cosa che ricordo dopo e’ stata “questo e’ tutto amici!”.

    Comunque poi l’ho riascoltato. Mi trovi abbastanza d’accordo. Ti volevo chiedere se queste idee te le sei formate da solo cosi’, se hai fatto qualche lettura particolare. Un mio amico che si diletta di economia mi ha parlato della scuola di economia austriaca, del libertarianesimo e robe simili. Vuoi qualche link? Qui c’e’ una discussione partita sul suo blog.

    Reply
    1. NeXuS

      Caro Edo,
      son felice che la mia voce riesca a cullare, è un buon indicatore per una possibile prole. 🙂

      Le idee riguardo al mercato me le sono fatte da solo, ma non penso ci voglia un genio per capire che il boom industriale è finito, e la domanda non è più minimamente legata alla richiesta (si producono più auto, polli, telefoni, case, computer, etc. di quanto il mercato possa davvero sopportare).

      Bisogna smetterla di pensare che la produzione possa andare avanti all’infinito allo stesso modo.

      Reply
      1. Edo

        Certo, sono daccordo, ma forse farsi un’idea piu’ chiara della direzione verso cui si dovrebbe andare, forse forse non sarebbe male.

        Poi tutte le volte che sento il GR (il giornale radio, non ho la TV da anni ormai) che snocciola 5%, -2 punti sul PIL, nikkei, dow jones et similia, mi sento sempre di piu’ in 1984, quando Winston Smith e’ costretto ad ascoltare il teleschermo che snocciola i mirabolanti risultati dell’industria dell’Eurasia.

        Formarsi idee chiare e’ sempre fondamentale, specialmente quando vai a discutere con qualcuno che, sapendone una mazza ma essendo sicuro di se’ ti mette in difficolta’.

        Ora ho scoperto che Enel e GDF hanno distribuito in Italia un opuscoletto “Fatti un’idea sul nucleare! Vivi un viaggio alla scoperta di una nuova energia.”
        NUOVA? Moh me lo guardo.

        Edo

        Reply
  3. Marco - CasaPizza

    Mmmmm possibile prole…..il leggio……secondo me il buon Max ci sta nascondendo qualcosa…..

    Molto interessante il discorso sull’economia……non sono troppo dentro l’argomento ma in effetti mi sembra scontato che emettere cartamoneta per bilanciare o spostare certe fasi economiche e senza basarsi sull’effettiva ricchezza di un paese non possa che portare ad un tracollo di tutto il sistema……..agghiacciante e poco lungimirante a pensarci bene……..brividi 🙁

    Oh ma lo sai che questa cosa dei drama koreani non l’avevo mai sentita???

    Non ci far aspettare ancora così tanto per un episodio carissimo, ciauz!

    Reply

Leave a Reply to Edo Cancel reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *